LE CLASSIFICHE DEI NEGOZI PIÙ SMART D’ITALIA

Alla vigilia della partenza del Piano Cashless, grandi e piccoli esercizi sempre più vicini ai pagamenti digitali

Alla vigilia della partenza del piano di Governo Italia Cashless, pensato per accelerare il cambio delle abitudini di pagamento dal contante agli strumenti elettronici, Satispay, sistema indipendente dai circuiti tradizionali e simbolo della nuova era dei pagamenti, presenta Satispay Smart Award 2020, le classifiche che premiano i negozi più smart d’Italia. Satispay Smart Award premia due categorie, Popular e Cashback. La prima annovera le attività commerciali in Italia con il maggior numero di clienti che hanno scelto di pagare con l’app Satispay, da ottobre 2019 a ottobre 2020 inclusi.  La seconda invece include gli esercizi che hanno erogato più Cashback tramite Satispay, nello stesso periodo di riferimento.

La Toscana, dove la community di Satispay ha ormai raggiunto quasi 7.000 esercenti, si conferma tra le regioni più smart: nella top ten regionale si collocano diversi punti vendita Esselunga, leader nel settore della GDO, e Pam local di Pisa, ma anche merchant più piccoli e fortemente radicati sul territorio come La Torre del Luppolo, la birreria più amata dai pisani, e il Bar Teatro, noto luogo di ritrovo collocato nel borgo medievale di Anghiari. 

Dall’osservatorio emerge che non solo le grandi catene commerciali ma anche tanti piccoli esercizi sono propensi al digitale, a conferma del fatto che il tessuto dei commercianti è pronto a cogliere tutti i vantaggi dei nuovi strumenti di pagamento elettronico, soprattutto di quelli che, come nel caso di Satispay, abbattono le barriere di accettazione offrendo, oltre alla massima convenienza in termini di commissioni, anche servizi dal valore aggiunto come opportunità di vendita anche a distanza e drive-to-store.

La classifica di Satispay premia inoltre i merchant che si sono distinti per l’attivazione di campagne di Cashback, ovvero i rimborsi percentuali che gli utenti ricevono in tempo reale sugli acquisti effettuati con Satispay, utilizzati dai negozi come canale di marketing sia per attrarre che per fidelizzare i clienti.

La top 3 del Cashback in Toscana è dominata dagli esercenti di Pisa: al primo posto troviamo il negozio Bio al Sacco, al secondo posto sempre la birreria Torre del Luppolo e al terzo posto il negozio Toscana Biologica.

Andrea Allara, Chief Business Developers Officer di Satispay ha dichiarato: “È un grande piacere per noi celebrare i nostri esercenti toscani in questo anno difficile in cui il commercio è stato ed è ancora duramente messo alla prova. Questi numeri ci confermano che tanti piccoli e medi negozianti, dal chiosco alla gelateria, dalla grande città al piccolo centro, sono già aperti a beneficiare delle numerose soluzioni sviluppate nel mercato, soluzioni come Satispay che abbattono le commissioni e offrono servizi a valore aggiunto per il business. La crescita costante del network e delle transazioni che osserviamo, così come l’ampio utilizzo della funzionalità Cashback, ci dice che anche il piano di Governo finalizzato a favorire i pagamenti tracciabili troverà terreno fertile e crediamo possa generare benefici per tutti, cittadini e Paese”.