FIRENZE – Si è recentemente costituito un Coordinamento tra i docenti precari di Milano, Torino, Firenze, Cagliari, Lucca e Pistoia, che ha concordato una piattaforma di obiettivi e indetto per lunedì 25 novembre alle ore 15.30 un presidio di denuncia e di lotta per contrastare il decreto legge, chiamato beffardamente “salvaprecari”, attualmente all’esame del Parlamento. A Firenze il Presidio, convocato dal sindacato NOI SCUOLA e dal gruppo docenti precari TRE ANNI PER IL RUOLO, si terrà davanti alla Prefettura, Via Cavour 1.

Le richieste principali della protesta, che si svolgerà contemporaneamente a Milano e a Torino, sono:

  1. stabilizzazione dei docenti – circa 70 mila – con servizio almeno triennale, tramite graduatorie provinciali per titoli e graduale ammissione all’anno di prova;
  2. percorso regolare di abilitazione e di stabilizzazione per tutti gli altri – circa 80 mila – incaricati annuali;
  3. abolizione della distinzione tra organico di diritto e organico di fatto.