Dopo la firma della Carta di Gaia nel Salone dei 500, avvenuta lo scorso 21 novembre, l’Italian Music Team – creato da 16 musicisti per sostenere i principi di ActNow, l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e per promuovere le azioni individuali nel contrasto alla crisi climatica – torna a Firenze con il suo “modo gentile di fare qualcosa per il Pianeta” e lo fa con Gaia Lux, installazione temporanea firmata da Think Team, gruppo creativo che lo scorso anno ha commemorato le vittime dell’11 settembre con una lampada monumentale in Piazza Ognissanti.

Gaia Lux – cinque sfere luminose in cartone riciclato realizzate dai Laboratori Beepag – aprirà le porte al pubblico il 18 gennaio all’interno della Loggia del Grano, nell’area “Menchetti dal 1948” dello store Coin, aperto lo scorso 13 dicembre nel centro storico di Firenze, in una delle location più strategiche ed esclusive della città. Una scelta, quella della location, che nasce dal forte legame costruito dalle tre realtà con il Comune di Firenze, oltre che dalla condivisione di valori imprescindibili come cura del Pianeta e amore verso chi lo abita.

Obiettivo dell’installazione è quello di stimolare una nuova idea di “Fare Ambiente”, un luogo dove design, musica e ospitalità si fondono per comunicare al mondo che esiste un modo gentile per aiutare il nostro Pianeta, dove il cartone riciclato assurge ai simboli di riqualificazione, recupero, rinascita, ma anche come formazione di un nuovo rapporto armonioso tra spazio e natura.

All’evento inaugurale, che si terrà mercoledì 18 gennaio alle 18:00, saranno presenti cinque rappresentanti dell’Italian Music Team: Amerigo Provenzano, Veronica Niccolai, Enrico Tagliaferri, Jack Mazzoni e Giancarlo Romano. Cinque artisti come le cinque sfere che illumineranno le volte della Loggia del Grano, come le cinque sedie rosse targate Nicola Ughi dove siederanno gli ospiti degli incontri settimanali.

La mostra sarà aperta fino al 9 marzo, quando le opere andranno all’asta per contribuire ai progetti di Save the Planet – l’Associazione presieduta da Elena Stoppioni che da anni si occupa di sensibilizzazione ambientale.

Ma non solo la mostra, il design rimane un pretesto per contribuire all’assioma “umanità patrimonio del Pianeta” che distingue l’operato dell’Italian Music Team: ogni settimana, fino a marzo, la Loggia ospiterà degli incontri incentrati sulla strada da percorrere verso il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030. Gli incontri “Illuminare le menti” vedranno la partecipazione di voci autorevoli della Città di Firenze, tra gli altri: la vicesindaca Alessia Bettini, l’assessora Cecilia Del Re, l’assessore Andrea Giorgio, il capogruppo del PD Nicola Armentano e la sua vice Letizia Perini, che accompagnati da alcuni addetti ai lavori, dagli Ambasciatori di Gaia, e dalle onde di Radio Mitology, cercheranno di innestare un seme nel rispetto del Pianeta terra.

Per l’Italian Music team, che ha fra i suoi compiti quello di accendere una riflessione corale per illuminare il futuro, e Gaia Lux è solo l’inizio di un’avventura che vedrà il gruppo di Artisti “scorribandare” per l’Italia alla ricerca di chi, come loro, vuole “uscire a riveder le stelle”.