Andrea domina e vince, per il secondo anno consecutivo, la classe A0 con la Fiat 600 Kit, mentre Francesco conclude settimo assoluto una gara sofferta, al volante della Renault Clio S1600.

Montieri (GR), 22 novembre 2022 – Doveva essere una festa, e festa è stata, seppur con risultati alterni, per i fratelli Paolini, entrambi impegnati al volante nel 2° Rally di Chiusdino, in quella che è a tutti gli effetti la loro seconda gara di casa, avendo Montieri, il borgo dove risiedono, assunto un ruolo nevralgico nella logistica del rally, ospitando riordini e parco assistenza.

A livello sportivo, ha trovato grande soddisfazione Andrea Paolini, nuovamente in vetta alla classe A0 ed in questa occasione anche nel gruppo RC6N. Il fratello maggiore, che condivideva l’abitacolo della Fiat 600 Kit con il lucchese Cristian Lunardini, ovvero il suo primo navigatore, quello del debutto nel 2001, si è rimesso al volante, lasciando per una volta il quaderno delle note, ad un anno esatto di distanza, bissando quanto fatto nel 2021. Una prova maiuscola, quella di Andrea, che ha sempre mantenuto il primato con margine, permettendosi di alzare il piede nell’ultima tornata di prove e gestire con tranquillità la leadership, arrivata grazie anche al mezzo messogli a disposizione da Laserprom 015.

Di tutt’altro tono, invece, il risultato di Francesco Paolini, che assieme al fidato Marco Nesti non è riuscito ad andare oltre la settima piazza assoluta, a bordo della Renault Clio S1600 fornita da Pool Racing, con l’assistenza gestita da Laserprom 015. Il duo maremmano si è trovato a confrontarsi con una serie di problematiche che, pur vedendoli dare il massimo ed oltre, non gli ha consentito di andare oltre al risultato ottenuto, a cui si è aggiunto il quinto posto di classe e di gruppo RC3N. Francesco si è comunque consolato con il successo della gara in sé, al quale ha contribuito “aprendo le porte” a Jolly Racing Team, scuderia che sostiene entrambi i fratelli nonché organizzatrice dell’evento, con le amministrazioni locali, ben liete di accogliere il rally a casa loro.

“A fine gara porto dentro di me sensazioni contrastanti – le parole di Francesco Paolini – Sono al settimo cielo per la gara di mio fratello. Andrea solitamente fa il navigatore, ma è nato come pilota e sia anno scorso che questo gli ho voluto regalare un volante per Chiusdino, come segno di riconoscenza per tutto ciò che ha fatto per me, ed essere ricompensato con due vittorie è il massimo che potessi chiedere. Questa, poi, è stata un’affermazione superlativa, facendo la differenza nella prima parte di gara, insidiosissima, e condendo il tutto con il primato di gruppo. Sono altresì felice per il successo della gara, che oltre a Chiusdino ha abbracciato con convinzione la mia Montieri: una grande soddisfazione per la scuderia che rappresento, la Jolly Racing Team, ed alla quale posso dire di aver contribuito, favorendo il forte sostegno da parte delle amministrazioni comunali, che hanno compreso la valenza economica e promozionale del rally e sono sempre state al nostro fianco. Per quanto riguarda la mia gara, purtroppo, non è andata secondo le aspettative: abbiamo dovuto sopperire a tante difficoltà, che si sono riflettute sul risultato finale. Preferisco guardare avanti, ed ora, assieme a Marco Nesti ed alla scuderia valuteremo se fare ancora qualcosa oppure tornare in gara direttamente nel 2023.”

Nelle foto (free copyright Sonia Ferrari): i fratelli Paolini in gara a Chiusdino.

UFFICIO STAMPA FRANCESCO PAOLINI

THOMAS SIMONELLI

thomas.enrico@libero.it

thomas.simonelli@hotmail.com