LETTERA DI DOMINGA GUERRI

Che dire di più? L’appello a parlare di me per quello che faccio e non per come appaio non è durato nemmeno una giornata. Probabilmente non avendo argomenti validi per parlare del mio operato e delle mie proposte, alcuni hanno preso a pretesto le amministrative di domenica 12 giugno per dare sfoggio della peggiore dialettica politica possibile. 

La lista di persone che si devono vergognare di quel che pensano e di quel che scrivono cresce di giorno in giorno. Oggi è il turno di Mario Renzi, segretario regionale UIL FPL, cugino di Tiziano Renzi, che, sulla pagina Rignano 2022 (che gestisce), giocando con le parole e provando ad anticipare la risposta, alla fine parla di tutto ciò di cui si dovrebbe vergognare ogni persona, figurarsi un socialista laico! Certo, non parliamo di Sandro Pertini ma di una figura politica assai più modesta… questi sono gli appellativi a me rivolti: “presenzialità elegantista fatta di ‘taierini’ variopinti e tacchi antonomatici”, “meno colta, meno storicizzata, senza una professione socialmente rilevante, rignanese fino a un certo punto, scarsa nei fondamentali della politica e potremmo aggiungere diverse altre cose…”, “la Dominga […] piuttosto che a governare appariva pronta a rigovernare”, “dire che qualcuno che frequenta un cantiere con i tacchi alti è un bischero non si fa del sessismo ma del buon senso”.

Che schifo. Sessismo, classismo, maleducazione e discorsi del secolo scorso che mi fanno venire i brividi. Lo ripeto: sono orgogliosa di essere donna, sono l’unica donna candidata a Sindaco in questa tornata elettorale e lo rivendico con convinzione e con forza.

Queste insinuazioni e queste violenze verbali sono inaccettabili ed emblematiche di una intollerabile mancanza di cultura politica e di rispetto personale e istituzionale.

Ho dato mandato al mio legale di valutare le iniziative da intraprendere per tutelare la mia persona e l’immagine di TUTTE LE DONNE. Rinnovo l’appello ad essere giudicata per quello che ho fatto, per il mio operato e per quello che propongo per Rignano.

Rignano Sull’Arno, 08/06/22 Dominga Guerri