Anche Poste Italiane partecipa alla Giornata Mondiale della Terra (Earth day), nel 52esimo anniversario dalla sua istituzione da parte dell’ONU, domani venerdì 22 aprile, confermando l’impegno ad avere un approccio responsabile per le proprie attività e a diffondere una cultura di tutela dell’ambiente attraverso comportamenti consapevoli nell’uso dell’energia e delle altre risorse naturali. Sul fronte delle emissioni di anidride carbonica, Poste Italiane si è impegnata entro il 2025 ad una riduzione del 30% e nel 2030 al raggiungimento della Carbon Neutrality, cioè il bilanciamento tra le emissioni di gas serra generate e quelle riassorbite attraverso il piano di rinnovo della flotta aziendale. Entro il 2024, inoltre, è prevista la totale sostituzione del parco veicoli, per un totale di 26mila mezzi green, con tricicli elettrici, quadricicli elettrici e tricicli a benzina a basse emissioni i mezzi a disposizione dei portalettere che ogni giorno percorrono migliaia di kilometri per la consegna della corrispondenza e pacchi. Diversi anche gli interventi immobiliari realizzati nel corso del 2021 che hanno portato a un forte efficientamento energetico. Protagonisti della svolta green anche gli Uffici Postali, nei quali sono stati installati led, impianti fotovoltaici e molti edifici sono stati ristrutturati in ottica smart building.