La Toscana protagonista negli scatti di Gabriele Galimberti per la Casa del Toro, in un’iniziativa nata per supportare l’Italia dopo l’emergenza Covid-19

Un grande progetto fotografico che celebra le bellezze dell’Italia, esaltandone le qualità e l’identità competitiva attraverso le sue 20 Regioni. È questo l’obiettivo di Automobili Lamborghini che, con l’iniziativa “With Italy, For Italy – 21 views for a new drive” vuole contribuire attivamente a valorizzare e dare un segnale di impulso al suo Paese in seguito all’emergenza Covid-19.
La Casa di Sant’Agata Bolognese ha convocato venti tra i maggiori talenti della fotografia italiana, chiamati a interpretare l’ethos, l’unicità e l’eccellenza delle 20 Regioni italiane insieme a 20 Lamborghini. Ai 20 artisti selezionati si è aggiunta la Grande Fotografa Letizia Battaglia, a cui è stata affidata una speciale interpretazione della sua città, Palermo. Un viaggio concepito come atto di amore di un’Azienda verso il proprio Paese, nell’intento di far emergere quanto di straordinario custodiscono i suoi territori.
E proprio la Toscana è una delle Regioni protagoniste di questo ambizioso progetto che avrà un’eco a livello globale. A interpretarla il fotografo documentarista Gabriele Galimberti, che a bordo di una Huracán RWD Spyder, ha toccato alcuni degli angoli più suggestivi della Regione.
La campagna fotografica, in Toscana, ha avuto il focus e il suo teatro principale nella Val di Chiana, nelle zone tra Castiglion Fiorentino e Cortona. Queste rappresentano tra le località più conosciute a livello internazionale e sono paesaggi che offrono, da qualsiasi angolazione si guardino, una visuale e un punto di vista mozzafiato. Inserire una Huracán in un contesto di questo tipo ha permessi di ottenere immagini tra l’onirico e il fantascientifico, in una terra come la Toscana ricca di luoghi eterni da immortalare.
Il progetto
In seguito alla fase di selezione e photoshooting dei 21 fotografi realizzati tra giugno e agosto, dall’8 settembre il progetto è entrato nel vivo con la promozione sui canali di comunicazione e social media della Casa del Toro. La Toscana è la decima Regione ad essere stata scelta per lo sviluppo della campagna, in un tour virtuale che dalle Isole risale la Penisola da Sud a Nord concludendosi a novembre.
I modelli utilizzati per il progetto fanno parte della gamma Lamborghini attuale: dall’ultima novità a tecnologia ibrida, la Sián Roadster, fino alla iperprestazionale Aventador SVJ e al Super SUV Urus, passando per l’agile Huracán nelle versioni a trazione integrale e posteriore, coupé e spyder. L’affresco di supersportive colorate e ipertecnologiche sarà completato da alcune vetture storiche della Casa come Miura, Countach e Diablo.
Katia Bassi, Chief Marketing & Communication Officer di Automobili Lamborghini, commenta: “Per noi “With Italy, For Italy” è un progetto di grande valore culturale e sociale. Veniamo da un periodo di emergenza dove l’Italia ha dovuto affrontare una grave crisi e sarà costretta a confrontarsi con sfide importanti. In questo contesto abbiamo sentito una forte responsabilità e deciso di mettere al servizio del Paese la forza del nostro Brand, icona del Made in Italy, e la potenza dei nostri canali di comunicazione, per contribuire attraverso il talento di artisti italiani a valorizzare l’Italia a livello globale. Questo è il nostro atto di amore e gratitudine per il nostro Paese.
Un’iniziativa che rappresenta un manifesto di qualità, eccellenza e valore che solo l’Italia riesce a sintetizzare. La responsabilità sociale è parte del nostro modo di fare impresa. Lo abbiamo dimostrato in fase di emergenza quando abbiamo convertito la produzione per realizzare mascherine e visiere protettive e lo facciamo adesso per diffondere quanto di unico e straordinario racchiude l’Italia e di cui andare fieri. E se dovessero nascere altre occasioni, continueremo a farlo”.
Gabriele Galimberti, il fotografo che ha curato il progetto per la Toscana, afferma: “Da piccolo, appassionato di fantascienza, usavo i modellini di auto sportive come navicelle spaziali. Per questo progetto sono tornato indietro nel tempo, ai miei sogni da bambino, interpretando la Lamborghini come fosse un’astronave atterrata in Val di Chiana, il territorio in cui sono cresciuto, fra Castiglion Fiorentino e Cortona. Ho fotografato esclusivamente di notte, proprio per ricreare la suggestione delle atmosfere dei film di fantascienza. La Toscana, culla di storia e tradizioni, nel suo incontro con la Lamborghini, simbolo di tecnologia e futuro, è diventata il palcoscenico di immagini che evocano il mondo dei sogni e di nuovi mondi possibili.”