I dipendenti degli stabilimenti di Lunata e Ponte all’Ania hanno devoluto oltre 30mila euro ad alcune organizzazioni presenti sul territorio, che in questo particolare periodo di emergenza sono state un punto di riferimento per la collettività. Il contributo di Lunata ha supportato la Croce Verde di Lucca e la Fraternita di Misericordia di Capannori mentre i colleghi di Ponte all’Ania hanno sostenuto le attività della dell’associazione di volontariato Misericordia del Barghigiano. Un aiuto concreto, un gesto importante per aiutare chi ha fornito e continua a fornire non solo l’assistenza sanitaria, ma anche un prezioso supporto alle famiglie bisognose e agli anziani.

L’iniziativa rientra nell’operazione lanciata alcune settimane fa per raccogliere fondi a favore di chi opera nella lotta al Covid-19. Attraverso donazioni in denaro, ore di ferie e permessi, è stata raggiunta la cifra complessiva di 75mila euro, importo raddoppiato dall’azienda arrivando a oltre 151mila euro distribuiti fra 14 istituzioni che operano nei territori dove hanno sede gli impianti di Smurfit Kappa.    

Il contributo dei dipendenti si aggiunge ai 100mila euro donati dall’azienda alla Protezione Civile e che sono parte di un importo di 1.5 milioni di euro messo a disposizione della multinazionale per le sedi europee.

In un contesto così difficile e complesso, l’azienda ha sempre messo al primo posto la sicurezza dei suoi lavoratori stipulando una polizza assicurativa il cui obiettivo è la copertura dei 2.000 dipendenti italiani per costi e inabilità derivanti da un eventuale contagio, oltre ad attivare tutte le procedure necessarie per garantire la massima sicurezza in ogni ambiente di lavoro. A conferma dell’interesse che questo tema riveste, Smurfit Kappa ha invitato i dipendenti a rispondere a un breve sondaggio sulla percezione della situazione creata dal Covid-19 e su come hanno vissuto l’esperienza lavorativa in questi due mesi. Un’iniziativa finalizzata anche a raccogliere suggerimenti e idee per migliorare sempre di più e non abbassare la guardia in un momento delicato come la fase di ripresa che stiamo vivendo.

Inoltre, ogni dipendente avrà la possibilità di ritirare e portare a casa propria una confezione di 2 litri di gel disinfettante: un piccolo gesto per rammentare a tutti l’importanza dell’igiene personale e il lavaggio delle mani come prima barriera alla diffusione del Covid-19, non solo in azienda ma anche in famiglia.