Carrara – LA CASA DI PIETRA / RITROVAMENTI
LE NUOVE COLLEZIONI DI GUMDESIGN IN MOSTRA A CARRARA

Nasce dalle anfore e dalla colonne, nasce dagli scavi, da civiltà antiche, dai ritrovamenti, dal consolidamento.
Il ritrovamento delle origini per il consolidamento del divenire dell’esistenza, traccia e ossigeno di riemersione.
Il metallo dei ponteggi e delle piastre, l’intreccio per consolidare l’abitare, il legno delle costruzioni.
La pietra per rinnovare l’origine.
Compiere un atto socio-narrativo nel tentativo di diventare un atto poetico.

(Gumdesign)

Sabato 25 maggio alle ore 18,30 a Spazio Repetti a Carrara, Gumdesign – la celebre coppia di creativi Laura Fiaschi e Gabriele Pardi – presenterà le nuove collezioni create per un nuovo capitolo progettuale: “LA CASA DI PIETRA / Ritrovamenti”.

Da sempre animati dalla voglia di riscoprire un materiale tradizionale come la pietra, i due designer hanno disegnato oggetti e complementi di arredo avvalendosi di prestigiose collaborazioni con grandi realtà imprenditoriali ed artigiane; per La Casa di Pietra – progetto culturale ed imprenditoriale indipendente, completamente gestito dallo studio creativo Gumdesign – hanno raggiunto 60 collezioni per un totale di circa 250 oggetti a catalogo.
Una piccola enciclopedia territoriale che attraversa l’Italia e tocca quasi tutte le regioni, ognuna con la propria storia e tradizione, ricca di artigiani sensibili, competenti e capaci di tradurre in emozioni solide i pensieri progettuali dello studio toscano.

“Un progetto nato come evento culturale e che si è trasformato in impresa, capace di raggiungere privati, professionisti ed aziende in tutto il mondo; l’arma vincente è stata la coerenza, aver saputo resistere a “tentazioni commerciali” per lasciar posto ad un vero e sincero pensiero progettuale, anima di ogni singola collezione. E’ così che il progetto ha iniziato ad attirare consulenti, piattaforme ed aziende internazionali, sempre più interessate all’aspetto “linguistico”, contaminato da pietra ed altri materiali” – ci raccontano Laura e Gabriele.

La mostra “LA CASA DI PIETRA – Ritrovamenti” racconta una storia di oggetti le cui forme, pure ed essenziali, rappresentano una tappa significativa del percorso evolutivo dell’uomo. Un concetto che parte dalla spazio domestico e da oggetti di uso quotidiano, che recuperati da un passato lontano, vengono rivisti in chiave moderna, stilizzati, rielaborati, rinnovati, in modo da riscoprire tutta la loro forza espressiva, amplificandone il significato storico e la possibilità di utilizzo quotidiano.

Un percorso narrativo-espositivo che parte dalle origini dell’esistenza e si manifesta con forza nel contemporaneo, sviluppandosi dall’incontro della pietra con numerosi materiali, da oggetti che connettono passato e presente, materiali e forme, materia prima e prodotto lavorato.

La pietra da sempre affascina l’uomo e le civiltà che hanno attribuito ad essa virtù, significati e poteri magici, la casa rappresenta il senso di protezione e di benessere, significa sicurezza, calore e punto di riferimento sin dai tempi remoti delle caverne.
Gli oggetti proposti sono come tracce della memoria, spunti di passaggi della nostra storia: fatti ed eventi del nostro passato come risultato di un’indagine alla ricerca di frammenti di vita vissuta, “racconti emersi” che uniscono la pietra a materie prime e naturali ripercorrendo frammenti di ricordi evolutivi.

Oggi Gumdesign è sicuramente uno dei più innovativi e importanti studi di design italiani, conosciuto in tutto il mondo, con alle spalle anni di esperienza e innumerevoli premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.
Laura Fiaschi, originaria di Carrara, grafica e designer di grande raffinatezza e sensibilità e Gabriele Pardi, architetto viareggino, estroso e aperto alle nuove sfide, realizzano insieme progetti di grande successo spaziando dall’architettura, all’industrial design, dalla grafica all’art direction per aziende ed eventi.

Descrivendo il loro lavoro riconoscono che: “Dinamicità, trasformabilità e versatilità, ironia e gioco sono le caratteristiche percepibili in ogni progetto affrontato dallo studio: progettare e sognare procedono insieme; immaginare, ideare, inventare, creare qualcosa di nuovo e proprio, tutto ciò implica una tensione emotiva che altro non è che sogno!”

Un sogno che libera creatività e istinto, che rende la materia leggera e vibrante, che alterna rigore a libertà espressiva. Un pensare fuori dagli schemi oggetti che sembrano avere un’anima, che respirano armoniosamente, lasciando spazio all’immaginazione di chi guarda, non dimenticando mai la loro funzione ed utilità primaria, tra passato e presente, tra poesia e forma, lasciando emergere sentimenti, racchiusi tra le pareti di una grande casa dove segni e pietra sembrano quasi impalpabili e dove il cuore creativo pulsa con forza.

In questa loro nuova avventura, che li vede protagonisti a Carrara, presentano 5 nuove collezioni in anteprima; colonne, anfore, ampolle, vasi e corbelli realizzate in marmo e pietra contaminate da metalli acidati, legno ed intrecci in rami di olivo:

NESTO
design Gumdesign
artigiani Peotta Armando + Nicola Tessari
materiali Pietra Vicentina + Legno di Noce, Faggio, Ontano, Castagno

CORBELLO
artigiani Pecorella Marmi + Intrecci Toscani
materiali Pietra di Jerissa + Intreccio di Rami di Olivo

ANFORE
artigiani Pimar + 0.0 Flat Floor
materiali Pietra Leccese + Ferro Acidato

COLONNE
artigiani Pimar + 0.0 Flat Floor
materiali Pietra Leccese + Ferro Acidato

AMPOLLE
artigiani Pimar + 0.0 Flat Floor
materiali Pietra Leccese + Ferro Acidato

Inoltre – sempre disegnata da Gumdesign – saranno presentate le collezioni Prospettive (tavolo e libreria prodotte da Pimar in Pietra Leccese) e Tramato (consolle e librerie prodotte da 0.0 Flat Floor in metallo acidato); complementi d’arredo ricchi di dettagli costruttivi e finiture raggiunte dalla sensibilità e dalla mano degli artigiani, vere eccellenze italiane.

Un racconto per immagini in uno spazio che racchiude e comprime il tempo attraverso la memoria e l’immaginazione dalla forma iconica della casa. Un incontro tra design, arte e alto artigianato artistico, un tuffo in una forma “poetica” di design, un’immersione totale nello stile e nella creatività che affonda le radici nell’esistenza dell’uomo, nella sua storia e nelle tracce che dal passato riaffiorano per essere reinterpretate e riproposte attraverso oggetti d’uso.

Sicuramente un appuntamento da non perdere, che terminerà il 23 giugno e che rientra nella programmazione di White Carrara Downtown 2019.

Gumdesign
Laura Fiaschi (Carrara, 1977) designer e grafica e Gabriele Pardi (Viareggio, 1966) – architetto

Si occupano di architettura, industrial design, grafica, art direction per aziende ed eventi.
Tra i loro clienti Biennale di Venezia, Bormioli Rocco, Colle Vilca, De Castelli, De Vecchi Milano 1935, Invicta, Lagostina, Lavazza, Martinelli Luce, Max&Co, Mercedes-Benz, Museo Pecci, Napapijri, Nastro Azzurro, Red Bull Italia, San Pellegrino, Swarovski Italia, Triennale di Milano.
Ricevono numerosi premi internazionali tra cui il Best Communicator Award 2014 a Marmomac per la sezione Design, sono fra i designer selezionati per numerose mostre sul design italiano curate da Triennale Milano e numerose collezioni sono state acquisite da collezioni permanenti tra cui MoMa San Francisco, Glass Museum of Shanghai, Triennale di Milano.
Dal 2008 seguono la direzione creativa di “Cambiovaso” per l’azienda Upgroup che ha coinvolto 30 designers internazionali; sono stati art director e membri del comitato di redazione di Bau, contenitore di cultura contemporanea fino al 2018, art director del nuovo brand Styl’Editions dal 2018 e curano la direzione creativa di eventi per fiere internazionali.

Numerose selezione Adi Design Index / Compasso d’Oro:
Adi Design Index 2009 – sezione “ricerca d’impresa” per il progetto collettivo Cambiovaso
Adi Design Index 2011 – sezione “grafica” per il contenitore di cultura contemporanea Bau9
Adi Design Index 2012 – sezione “design” per il tavolo Mastro
Adi Design Index 2016 – sezione “ricerca d’impresa” per il progetto La casa di Pietra

Sono attivi nel settore universitario con lezioni aperte, workshop e collaborazioni con la Libera Università di Bolzano, il Cried di Milano, lo Ied di Firenze e Roma, l’Università di Pisa, la Facoltà di Architettura di Genova, la Facoltà di Ingegneria di Trento; dal 2017 sono coordinatori e docenti del primo Master in Design – Innovazione e Prodotto per l’Alto Artigianato presso lo IED Firenze.

Spazio Repetti ha sede nel centro storico di Carrara, nell’antico palazzo che ospitò il noto geografo, storico e naturalista carrarese Emanuele Repetti e nasce dall’esigenza di recuperare un luogo simbolico della città allo scopo di renderne fruibili gli spazi espositivi per metterli a disposizione delle diverse forme d’arte. Si può quindi definire un contenitore di idee, proponendosi come luogo di incontro e diffusione delle diverse esperienze in campo artistico-culturale.

LA CASA DI PIETRA / Ritrovamenti

Art Direction: Gumdesign
Partner: 0.0 Flat Floor/Intrecci Toscani/Pecorella Marmi/Peotta Armando/Pimar/Nicola Tessari

Dal 25 maggio al 23 giugno 2019
Inaugurazione: sabato 25 maggio ore 18,30

Spazio Repetti, Via Santa Maria n. 14 – Carrara (MS)

Orario
dal 26 al 31 maggio: da mercoledì a sabato dalle ore 16,00 alle ore 19,30
dal 1 al 9 giugno: tutti i giorni dalle ore 18,00 alle ore 23,00
dal 10 al 23 giugno: da martedì a domenica dalle ore 18,00 alle ore 23,00

Ingresso libero

Per info e appuntamenti:
cell 349 6703729 – 335 5484003
e-mail exxit4@gmail.com
Pagina Facebook Spazio Repetti

http://www.gumdesign.it
http://www.lacasadipietra.eu