FIRENZE – Ritorna l’Orchestra Erasmus con una nuova esibizione. La prima orchestra formata da studenti Erasmus dei Conservatori e Istituti musicali italiani è nata lo scorso maggio in occasione delle celebrazioni italiane per i 30 anni del Programma Erasmus.  Dopo il successo del debutto assoluto, registrato al Festival d’Europa a Firenze, l’Orchestra Erasmus è stata chiamata daI ndire ad esibirsi di nuovo il 26 settembre a Firenze, in Palazzo Vecchio, per il Concerto inaugurale di Fiera Didacta Italia, la più importante manifestazione legata al mondo della scuola, in programma alla Fortezza da Basso dal 27 al 29 settembre. Per l’occasione sono stati selezionati 40 studenti Erasmus presenti nei conservatori e negli istituti musicali italiani, con la conferma del Maestro Elio Orciuolo come Direttore.

L’Orchestra sarà formata da musicisti provenienti dai Conservatori di Firenze, Trento, Cuneo, Salerno, Torino, Bologna, Mantova, Latina, Matera, Monopoli, Perugia, Lecce, L’Aquila, dagli Istituti musicali di Livorno e Teramo e dalla Scuola di Musica di Fiesole. Inoltre, anche in questo nuovo appuntamento saranno presenti le voci dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino.

L’evento, in programma alle 19 nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, è gratuito e aperto al pubblico. Per partecipare è necessaria la registrazione, disponibile a questo link.

Cos’è l’Orchestra Erasmus: il gruppo musicale rappresenta la prima orchestra formata da giovani studenti Erasmus dei Conservatori e/o Istituti musicali parificati sul territorio italiano.

L’idea di formare un’Orchestra composta da musicisti che abbiano svolto o stiano svolgendo un’esperienza di studio Erasmus nasce nel marzo 2017, su iniziativa dell’Agenzia Erasmus+ Indire, con la collaborazione del Maestro Elio Orciuolo, in occasione delle celebrazioni dei 30 anni dell’Erasmus.

Il valore simbolico dell’Orchestra è ritenuto molto importante dall’Istituto ed ha spinto l’Indire a ideare un primo pilot per la costruzione di un ensemble artistico itinerante che, grazie al linguaggio universale della musica e dell’arte, possa rappresentare nel mondo il valore di una comune appartenenza, che ha come risultato una sinfonia unica. L’Orchestra Erasmus può rappresentare quindi l’emblema di un’ Europa che, come suggerito dal suo motto ufficiale, è “Unita nella diversità”.

L’Orchestra sarà coinvolta anche il prossimo 13 ottobre a Strasburgo, nel corso delle celebrazioni ufficiali per i 30 di Erasmus in Francia.