FIRENZE – “Oggi è venuta a mancare una grande donna, una combattente per la libertà, un esempio per tutti noi”. Sono queste le parole del presidente della Toscana Enrico Rossi alla notizia della scomparsa di Laura Seghettini, partigiana combattente prima nel Battaglione Guido Picelli, poi comandante di distaccamento e infine vicecommissario politico della XII Brigata Garibaldi.

“Con Laura Seghettini – afferma Rossi – scompare un’altra voce di quelle donne e quegli uomini che più di settant’anni fa, con straordinaria generosità, misero a rischio le loro vite e diedero un decisivo contributo alla Liberazione dell’Italia dall’oppressione nazi-fascista”.

“In tutta Italia – prosegue – assistiamo al ritorno di rigurgiti del fascismo: dalla spiaggia di Chioggia alle bancarelle con i cimeli del Duce, alle manifestazioni xenofobe di questi mesi. ‘La democrazia, come scrive Piero Ignazi, necessita di continua manutenzione per non farla scadere a ritualità’. Questo è il compito che la storia ci affida”.

“Alla famiglia, agli amici e a quanti hanno conosciuto Laura Seghettini – conclude Rossi – vanno le mie più sentite condoglianze”.

Laura Seghettini era presidente onorario dell’Anpi di Massa-Carrara.